Autotrend

Nave con grano turco, presidio al porto di Bari

Gli agricoltori chiedono di fermare le importazioni sleali che mettono a rischio la salute dei cittadini e la sopravvivenza delle imprese italiane

E’ ancora ferma nel porto di Bari, presidiata ad oltranza dai rappresentanti di Coldiretti, la nave “Alma” battente bandiera maltese, respinta inizialmente dalle autorità’ tunisine prima del blitz in mare aperto e del blocco imposto dal ministero dell’Agricoltura per effettuare i necessari controlli su un carico di dubbia qualita’. A bordo ci sono 26mila tonnellate di grano di origine turca. Gli agricoltori chiedono di fermare le importazioni sleali che mettono a rischio la salute dei cittadini e la sopravvivenza delle imprese agricole italiane, introducendo il principio di reciprocità per fare in modo che tutti i prodotti che entrano nell’Unione Europea rispettino gli stessi standard dal punto di vista ambientale e sanitario.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Potrebbe interessarti anche:

Divella

Scopri il meteo

Tutte le previsioni aggiornate della tua zona!

Oroscopo

Scopri cosa ti riservano le stelle