Comò

Brindisi: traffico di rifiuti, sequestri al porto

Invece di plastica e gomma, come dichiarato, su tre camion polistirolo e PVC, mescolati con legno, indumenti e materiali da demolizione

Questa mattina, nell’area portuale di Costa Morena, a Brindisi, un’operazione congiunta condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce e dai funzionari doganali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha portato al sequestro di tre autoarticolati carichi di rifiuti illeciti. I veicoli, tutti condotti da cittadini bulgari e diretti verso la Bulgaria via Grecia, sono stati sottoposti a un controllo approfondito che ha rivelato una discrepanza significativa tra i documenti di trasporto e il reale contenuto dei carichi. Invece di plastica e gomma, come dichiarato, i rifiuti consistevano in una miscela di vari polimeri, inclusi poliuretano, polistirolo e PVC, mescolati con impurità come legno, indumenti e materiali da demolizione. Di conseguenza, le autorità hanno proceduto con il sequestro dei tre autoarticolati e delle circa 70 tonnellate di rifiuti trasportati, nonché con la denuncia a piede libero dei tre cittadini bulgari alla Procura della Repubblica di Brindisi per il reato di Traffico illecito transfrontaliero di rifiuti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Potrebbe interessarti anche:

Divella
Megamark

Scopri il meteo

Tutte le previsioni aggiornate della tua zona!

Oroscopo

Scopri cosa ti riservano le stelle