Comò

Omicidio Rapolla, confermato il fermo dello zio

Vincenzo Petrino è accusato di aver ucciso a colpi di fucile il nipote per questioni legati alla gestione di un terreno


E’ stata eseguita in mattinata l’autopsia sul cadavere di Michele Petrino, il 40enne di Rapolla ucciso ieri in contrada Certo Cigliano. Per l’omicidio dell’uomo e’ accusato lo zio Vincenzo Petrino, 67 anni, da ieri in carcere a Potenza, con l’accusa di omicidio doloso. Martedì dovrebbe svolgersi l’udienza di convalida dell’arresto dinnanzi al gip di Potenza. Le indagini sono condotte dai carabinieri della Compagnia di Melfi .

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Potrebbe interessarti anche:

Divella
Megamark

Scopri il meteo

Tutte le previsioni aggiornate della tua zona!

Oroscopo

Scopri cosa ti riservano le stelle