SKIN COMO'

Mafia, arrestato a Bari il boss Palermiti / Video

Il 69enne è accusato di diversi reati aggravati dal metodo mafioso

È considerato il mandante di un agguato avvenuto con modalità mafiose a novembre 2013, una gambizzazione. Gli agenti della squadra mobile di Bari hanno arrestato questa mattina all’alba Eugenio Palermiti, capo dell’omonimo clan del quartiere Japigia. Il 69enne è accusato di diversi reati aggravati dal metodo mafioso. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.
Vittima della gambizzazione del 2013 fu un suo coetaneo, incensurato e ben inserito “nel tessuto sociale cittadino”, scrivono gli inquirenti, che nel corso degli anni “aveva concesso favori” a Palermiti. L’uomo lavorava in un’agenzia di distribuzione di quotidiani ma, a un certo punto, aveva deciso di smettere di aiutare il capoclan. “Il rifiuto di continuare – secondo la polizia – aveva determinato propositi di vendetta, culminati nell’ordine di sparargli”. La vittima, nel quartiere Japigia di Bari, fu colpita alle gambe da due colpi di arma da fuoco che gli procurarono diverse fratture. Per gli inquirenti, il movente dell’aggressione era indurre la vittima a chiedere proprio a Palermiti aiuto e protezione per l’agguato subìto.
Ma a Eugenio Palermiti sono contestati anche i reati di violenza privata e atti persecutori nei confronti di tre aspiranti collaboratori di giustizia, a cavallo tra gli anni 2021-2022.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Potrebbe interessarti anche:

Divella

Scopri il meteo

Tutte le previsioni aggiornate della tua zona!

Oroscopo

Scopri cosa ti riservano le stelle