Comò

Studentessa suicida: autopsia, no segni di colluttazione

I genitori della 21enne in Italia, ascoltati dalla Polizia

La morte è avvenuta per asfissia da impiccagione, e sul corpo non sono emersi segni di colluttazione
e ferite, al di fuori dei segni del laccio stretto intorno al collo. Sono questi due degli elementi emersi dall’autopsia sul corpo della studentessa 21enne francese, trovata impiccata domenica sera nell’appartamento in cui viveva a Lecce. L’autopsia è stata eseguita dal medico legale Alberto Tortorella e da una genetista forense. Non erano presenti durante l’esame consulenti nominati dall’indagato, il
19enne del Brindisino, accusato di violenza sessuale e istigazione al suicidio. La studentessa il 19 ottobre scorso, quattro giorni prima del suicidio si era recata al pronto soccorso raccontando di aver subito abusi sessuali. A breve i genitori della studentessa sono attesi presso la Camera mortuaria del Fazzi di Lecce per il riconoscimento. In precedenza, a quanto si appende, sono stati ascoltati in Questura. Intanto su iniziativa di un gruppo di studenti e studentesse, l’Università del Salento ha organizzato una messa
di commiato per la studentessa, che sarà celebrata alle ore 19.00 nel Duomo di Lecce.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Potrebbe interessarti anche:

Divella
Megamark

Scopri il meteo

Tutte le previsioni aggiornate della tua zona!

Oroscopo

Scopri cosa ti riservano le stelle