SKIN IL GRAFFIO

Taranto: le aziende dell’indotto ex Ilva lasciano Confindustria

Hanno costituito un comitato e ora chiedono di essere convocate dal ministro Urso

Una fase meno politica e più concreta, senza giochi di potere e senza condizionamenti ideologici. Per questi motivi si sono dimesse in massa le aziende dell’indotto Acciaierie d’Italia associate a Confindustria Taranto, che hanno costituito un comitato. Si tratta di un’aggregazione di aziende che, spiegano in una nota, vogliono essere protagoniste del loro destino. A peggiorare il clima e l’incertezza ha contribuito l’inerzia della Confindustria che, distratta e disorientata, ha delegato le problematiche della metalmeccanica e della siderurgia alla competenza regionale e nazionale. Attaccare la fabbrica, scrive il comitato, è una follia. E’ invece saggio difenderla aiutando a migliorarla. Per questo le aziende dell’indotto chiedono di essere convocate dal ministro Urso per sviluppare l’accordo di programma e verificare passo dopo passo l’avanzamento dei cronoprogrammi per la ripartenza e la decarbonzzazione dell’ex Ilva.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Potrebbe interessarti anche:

Scopri il meteo

Tutte le previsioni aggiornate della tua zona!

Oroscopo

Scopri cosa ti riservano le stelle