Caporalato: migranti sfruttati in Basilicata, sei arresti

  |  POTENZA (PZ)  -  mercoledì 9 ottobre 2019 - 08:39

Centinaia in ''condizioni brutali e disumane''

di Alessandro Boccia
Caporalato: migranti sfruttati in Basilicata, sei arresti

Sei misure cautelari agli arresti domiciliari - per un italiano, "capo"
dell'organizzazione sul presunto sfruttamento del lavoro, e cinque "caporali", tutti stranieri – sono state eseguite oggi dalla Polizia, nel corso di un'inchiesta coordinata dalla Procura di Potenza che ha portato alla luce condizioni brutali e disumane in cui erano costretti a vivere centinaia di migranti regolari,impegnati in agricoltura in Basilicata, nell'area del Vulture Melfese. In particolare erano costretti a lavorare 12 ore al giorno per pochi euro - peraltro retribuiti solo alla fine del periodo del raccolto – e a pagare 50 centesimi l'acqua, la ricarica della batteria del cellulare e i servizi igienici nella "bidonville" in cui erano costretti a vivere. I migranti - tutti con permesso di soggiorno e con contratti regolari, ma mai registrati - vivevano ammassati in una "casa gialla", cosi' definita da loro stessi, di proprieta' del capo dell'organizzazione. Nell’inchiesta sono in tutto 19 le persone indagate.

indietro

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.