Salento, sgominato gruppo criminale: 16 provvedimenti

  |  LECCE (LE)  -  martedì 8 gennaio 2019 - 08:51

Minacciavano i parenti di un collaboratore di giustizia della Sacra Corona Unita ed erano dediti al traffico di droga

di Redazione Norbaonline
Salento, sgominato gruppo criminale: 16 provvedimenti

La polizia sta eseguendo in Salento sedici provvedimenti cautelari per associazione a delinquere di stampo mafioso e per traffico di sostanze stupefacenti e spaccio. Le indagini della Squadra Mobile di Lecce, in collaborazione con quelli della Squadra Mobile di Ravenna, dei Reparti Prevenzione Crimine di Lecce, Potenza e Pescara, del Reparto Cinofili di Brindisi e del Reparto Volo di Bari, hanno accertato che gli arrestati sono tutti facenti parte di un gruppo criminale che aveva acquisito il controllo di parte del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, nel capoluogo leccese. Il procedimento è stato avviato per individuare gli autori di una serie di atti intimidatori ai danni dei congiunti di un collaboratore di giustizia, ha dimostrato come il gruppo criminale avesse raggiunto nel territorio leccese, approfittando anche dello stato di detenzione delle figure di riferimento dei clan della Sacra Corona Unita, una relativa autonomia criminale. Le indagini, durate un anno, hanno
ricostruito centinaia episodi di spaccio di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, eroina, hashish e marijuana, posti in essere dai vari indagati sul territorio di questa provincia.


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.