Foggia: sfruttamento della prostituzione, fermati 6 rom

  |  FOGGIA (FG)  -  mercoledì 5 dicembre 2018 - 08:22

Le vittime sarebbero alcune minorenni, anch'esse di etnia rom

di Redazione Norbaonline
Foggia: sfruttamento della prostituzione, fermati 6 rom

Riduzione e mantenimento in schiavitù, induzione e sfruttamento della prostituzione minorile e sequestro di persona: sono le pesanti accuse contestate a sei cittadini rom residenti a Foggia in un campo nomadi alla periferia della città. Si
tratta di quattro maggiorenni, di cui due donne, e due minorenni appartenenti allo stesso nucleo familiare. 

Gli indagati sono stati sottoposti a fermo, nelle ultime ore, dalla polizia. Le vittime sarebbero alcune minorenni, anche loro di etnia rom, tra i 16 e i 17 anni, di queste una era la settimo mese di gravidanza. L'indagine ha preso il via dopo la fuga di una minorenne, avvenuta il 3 settembre scorso dal campo rom: la ragazza era riuscita a scappare dopo essere stata selvaggiamente pestata con calci, pugni, schiaffi e cinghiate, sferrati in ogni parte del corpo, sulla faccia, sulla pancia e dietro la schiena, nonchè trascinata per i capelli, facendola strisciare per terra, all'interno della baracca nella quale era stata segregata, da uno dei fermati.

Gli inquirenti hanno accertato l'esistenza di uno schema messo a punto dagli arrestati secondo il quale le minori, tutte appartenenti a nuclei disagiati, una volta condotte nel campo con l'inganno e gli stratagemmi più vari, venivano di fatto segregate all'interno di alcune baracche, chiuse dall'esterno con una catena ed un lucchetto, picchiate continuativamente per piu' giorni per piegare le loro capacità di reazione e costrette a prostituirsi sotto il diretto controllo dei loro aguzzini.

I poliziotti hanno accertato che nessuna delle vittime poteva oggettivamente scappare dal campo, essendo controllate 24 ore al giorno: anche durante il tragitto fino alla statale 16 dove erano costrette a prostituirsi, dopo essere state accompagnate in auto dagli indagati. Ognuno dei fermati aveva un ruolo ben preciso: chi gestiva tutta l'attivita' illegale, chi accompagnava le ragazze dove si prostituivano, chi forniva loro anticoncezionali e chi le controllava durante la loro permanenza nel campo rom. Nel corso delle indagini e' emerso che gli indagati costringevano le minorenni a prostituirsi anche durante la gravidanza: in un'occasione una vittima e' stata costretta a prostituirsi fino al settimo mese di gestazione e uno degli indagati aveva ipotizzato di vendere il figlio ad una persona che conosceva per 28mila euro. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari e dalla Procura della Repubblica del tribunale dei minori.


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.