Disastro ferroviario: la parola alla difesa

  |  TRANI (BT)  -  giovedì 15 novembre 2018 - 19:40

Nell'aula bunker di Trani, i legali dei 4 imputati hanno chiesto il 'non luogo a procedere'

di Giovanni Di Benedetto
Disastro ferroviario: la parola alla difesa

Nell'aula bunker del carcere di Trani si è concluso oggi l'ascolto dei legali degli ultimi 4 imputati nell'ambito dell’udienza preliminare per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per 19 persone coinvolte nel procedimento sullo scontro tra due treni avvenuto il 12 luglio 2016 tra Andria e Corato che ha provocato 23 morti. Per tutti è stato chiesto il non luogo a procedere. Anche per Ferrotramviaria in qualità di persona giuridica che, hanno ricordato i legali, ha già corrisposto risarcimenti per 16 milioni di euro sul piano civile. Per la difesa della società le colpe sarebbero da addebitarsi solo all’errore umano. È stato inoltre ricordato che il regime del blocco telefonico, utilizzato per arrestare la marcia dei treni in caso di pericolo, è legittimo e mai, prima del 12 luglio 2016, si era verificato un incidente, evitato in altre occasioni proprio grazie a questo sistema. L'udienza è stata aggiornata al prossimo 4 dicembre per le repliche dei pm, delle parti civili e dei responsabili civili, mentre il 13 e 18 dicembre tocchera’ alle difese per le controrepliche. Il gup del tribunale di Trani Angela Schiralli ha inoltre fissato per il 14 marzo la data di inizio del processo con il rito abbreviato per Elena Molinaro del Ministero dei trasporti, unica imputata che ha scelto un rito alternativo, oltre al capostazione di Andria Vito Piccarreta che aveva chiesto di patteggiare una condanna a 4 anni di reclusione non ritenuta congrua dall'accusa. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di disastro ferroviario, omicidio colposo e lesioni gravi colpose, omissione dolosa di cautele, violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro è falso. Parti civili nel procedimento, solo nei confronti delle persone fisiche, sono la Regione Puglia, i Comuni di Corato, Andria e Ruvo di Puglia, oltre ai parenti delle vittime e ai passeggeri sopravvissuti.



Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.