Ilva: ancora proteste sulla selezione di Arcelor Mittal

  |  TARANTO (TA)  -  mercoledì 31 ottobre 2018 - 14:51

''Le scelte non hanno seguito ordine e priorità''

di Redazione Norbaonline
Ilva: ancora proteste sulla selezione di Arcelor Mittal

Ancora polemiche a Taranto per i criteri con cui Arcelor Mittal Italia ha selezionato da Ilva in amministrazione straordinaria il personale che domani verrà distaccato presso la nuova società: 10700 su un organico totale di
13500 addetti Ilva di cui 8200 a Taranto su un organico totale di 10800. Protesta il comitato cittadini e lavoratori "Liberi e Pensanti" del quale fanno parte diversi operai Ilva, che non sono stati presi in consegna da Mittal come distaccati ma lasciati con l'amministrazione straordinaria di Ilva e quindi, da domani, saranno in cassa integrazione a zero ore, sino a nuove disposizioni, e non potranno piu' recarsi nel siderurgico. "Liberi e Pensanti" è uno di quei movimenti di Taranto che negli ultimi anni, all'indomani del sequestro giudiziario del luglio 2012,ha fatto molte denunce sulla sicurezza sul lavoro e sull'inquinamento."Di fatto, dicono i "Liberi e Pensanti",  i numeri previsti dal 6 settembre sono rispettati nel quadro generale degli stabilimenti Ilva. Dietro i numeri, però ci sono le persone e se andiamo a guardare meglio, i criteri con cui sono stati selezionati i lavoratori, sembrano aver subito un rimescolamento in cui non e' semplice ristabilire un ordine e una priorità. Parità di requisiti non hanno comportato parità di trattamento e questo è un dato talmente evidente e non fondato su timori o sospetti che persino i sindacati locali chiedono chiarezza e minacciano proteste". Per Deandri, "molti  hanno storie personali che l'azienda avrebbe dovuto prendere in considerazione, ma mi rendo anche conto che dietro la procedura che non consente neanche un "grazie", un "arriverderci" o una stretta di mano, quelle storie sono solo numeri nella mera equazione produttiva che i nuovi affittuari hanno messo in atto". "I piu' ottimisti sperano in una ricollocazione, dice ancora Deandri, ma mi piacerebbe sapere dai sindacati con quali criteri si è proceduto, considerata parità di età, di carichi familiari, e nel caso in questione di fronte a patologie strettamente connesse alla vita lavorativa in quella fabbrica". I sindacati metalmeccanici sono intervenuti già ieri, parlando di evidenti anomalie nella selezione del personale da assoggettare a distacco da domani, e posto il problema all'azienda. Arcelor Mittal Italia farà il punto della situazione con i sindacati da lunedi' e per le 16.30 dell'8 novembre il Mise ha convocato un vertice di verifica dell'accordo di settembre scorso. Il caso delle selezioni di Mittal, con le polemiche che ne sono seguite, è stato anche oggetto di interventi parlamentari: del dem Pagano e dei Cinque Stelle De Giorgi, Ermellino, Vianello, Cassese e Turco. Pagano ha infine chiesto al Mise di poter partecipare all'incontro dell'8 novembre tra Arcelor Mittal Italia, Ilva in amministrazione straordinaria, sindacati e Federmanager.


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.