Foggia, ''nessuna aggressione dei migranti alla polizia''

  |  FOGGIA (FG)  -  mercoledì 10 ottobre 2018 - 14:10

"Volevano scongiurare arresto brutale. Gambiano legato alla ruota della volante della polizia"

di 
Foggia,

"Non c'è stata alcuna vile aggressione" da parte dei migranti alla polizia nelle campagne di Borgo Mezzanone ma "semplicemente un tentativo di scongiurare l'arresto brutale di una persona trascinata per diversi metri, mentre era già ammanettata, e poi legata alla ruota posteriore della volante della Polizia". Lo comunica il Comitato lavoratori "Campagne in lotta", pubblicando su Facebook un video dei concitati momenti dell'arresto, e replicando alle
notizie diffuse nei giorni scorsi dal sindacato di polizia Sap. Il sindacato ha riferito che due agenti sono stati aggrediti con calci, pugni e oggetti contundenti da circa 50 migranti che volevano impedire l'arresto del gambiano Omar Jallow che poi è stato portato via dalla polizia e al quale e' stata ora negata la protezione umanitaria.  I migranti, riferisce "Campagne in lotta", spiegando di avere raccolto le loro testimonianze,"protestano animatamente contro il trattamento inflitto all'arrestato, urlando 'non e' un animale', ma a parte cercare di strapparlo dalle grinfie degli
agenti non azzardano altro".  Secondo la versione della polizia, i due agenti che sarebbero stati aggrediti dai migranti hanno riportato ferite giudicate guaribili in 15 e 30 giorni. Il Comitato campagne in lotta evidenzia invece che "se gli agenti sono rimasti feriti, come sostengono le prognosi, diversi testimoni affermano che questa è stata la conseguenza di un incidente avvenuto successivamente alla ripartenza della volante che correva a folle velocita' per
allontanarsi"."Ovviamente, conclude il Comitato, i soliti sciacalli, ministro dell'Interno in testa, non hanno esitato a cavalcare la notizia per invocare espulsioni immediate e proseguire nella campagna di criminalizzazione degli immigrati che li contraddistingue da sempre".Sulla vicenda pubblica due video e la testimonianza di un migrante presente al momento dell'arresto anche la testata online 'Terre di Frontiera'. In uno dei due video si vede il gambiano Omar Jallow accovacciato perche' ammanettato alla ruota di una volante della polizia, con un braccio sanguinante che un altro migrante cerca di medicare come puo'. "I ragazzi del Gambia - racconta a 'Terre di Frontiera' uno
degli stranieri che era presente, tiravano Omar per un altro braccio e noi tutti gridavamo che non lo dovevano fare. Tutti cercavano di parlare con la Polizia per vedere cosa si doveva fare. Ma nessuno, giuro nessuno, ha picchiato poliziotti. Nessuno". Nel video si vede anche uno dei due agenti intervenuti nell'arresto, affaticato e con la divisa sporca di fango.  "Quando la polizia è arrivata, prosegue il migrante - hanno inseguito Omar, e per mettergli le manette lo hanno buttato a terra, tra i cumuli di rifiuti fatti per la maggior parte da bottiglie di vetro. Lui e' caduto e si e' fatto male. Ha cercato di non farsi mettere le manette e si è agitato tanto". "Uno dei poliziotti - conclude - e' caduto insieme a lui per terra. Si e' fatto male pure lui alle mani, con vari tagli, si e' sporcato il pantalone nell'immondizia ed e' andato a finire con la faccia dentro la polvere".


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.