Estorsione ai danni di un corriere della droga: tre arresti

  |  POTENZA (PZ)  -  giovedì 27 settembre 2018 - 12:42

Riconosciuto metodo mafioso. La Procura: Forti sinergie tra gruppi lucani e garganici

di Redazione Norbaonline
Estorsione ai danni di un corriere della droga: tre arresti

Accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un 'corriere' coinvolto nel traffico di droga con la Puglia (in particolare con la città di Cerignola, tre uomini di Potenza sono stati arrestati dalla Polizia in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del capoluogo lucano al termine delle indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia potentina. Gli uomini arrestati sono Orazio Antonio Colangelo, di 57 anni, Franco Raffaele Rufrano di 52 anni e Giuseppe D'Affuso di 49.
Le indagini sono cominciate in seguito alle dichiarazioni del 'corriere' e riguardano episodi avvenuti tra il mese di settembre 2017 e lo scorso mese di febbraio. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, dopo aver accettato l'intestazione a suo nome di un'auto da usare per il trasporto della droga tra Potenza e Cerignola, l'uomo è stato minacciato prima dal fornitore pugliese, che gli ha chiesto circa 20 mila euro, e poi dai tre potentini. Successivamente il corriere - costretto a consegnare 1.200 euro in contanti e due assegni da 500 euro - è stato anche picchiato all'interno del Comitato di quartiere di Rione Lucania, "con la complicità del presidente Colangelo".


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.