Terremoto: proseguono verifiche su ponti diga Liscione

  |  CAMPOBASSO (CB)  -  sabato 18 agosto 2018 - 18:30

Toma, serviranno almeno due giorni, Ss 647 resta chiusa

di Redazione Norbaonline
Terremoto: proseguono verifiche su ponti diga Liscione

Sono in corso verifiche sui viadotti della diga del Liscione sulla statale 647 Bifernina a Guardialfiera, a seguito delle scosse di terremoto che hanno interessato l'area del medio e basso Molise. Sul posto anche il presidente della Regione Molise, Donato Toma, con l'assessore ai Lavori pubblici, Vincenzo Niro, e il direttore regionale di Dipartimento, Giuseppe Giarrusso. Gli interventi sono effettuati con la speciale piattaforma "by bridge" sotto la supervisione di tecnici Anas. "Oltre alle indagini sui pilastri", fa sapere Toma, "stanno procedendo a monitorare il manto stradale con apparecchiature sofisticate in grado di rilevare anche piccoli avvallamenti che risulterebbero impercettibili alla semplice indagine visiva". I
lavori dovrebbero concludersi entro due giorni. Il tratto di strada resta quindi chiuso al traffico. "Questa mattina", prosegue il governatore, "abbiamo tenuto un incontro in Prefettura a Campobasso insieme agli altri soggetti istituzionali del Centro coordinamento soccorsi. Abbiamo fatto il punto della situazione, affinché nulla sia lasciato al caso per quanto riguarda le verifiche su edifici pubblici e privati. So che è difficile parlare con chi in questo momento è messo a dura prova, ma i cittadini delle zone interessate dal sisma devono sapere che stiamo lavorando incessantemente giorno e notte perché, al di là delle condizioni di ricovero temporaneo che siamo riusciti a garantire, possano tornare quanto prima alla normalità. Continueremo, come è avvenuto nei giorni scorsi, a presidiare il territorio, a dare loro testimonianza diretta della nostra vicinanza e del nostro incondizionato sostegno".

Intanto prosegue la conta dei danni prodotti dal terremoto. A Montecilfone, epicentro delle scosse del 16 agosto, sono in corso verifiche sul serbatoio comunale. Una grossa lesione è stata accertata a carico dell'impianto, si sta dunque provvedendo a svuotarlo. Da oggi i cittadini sono senz'acqua, a rifornirli sono arrivate autobotti della Protezione Civile allertata dal sindaco, Franco Pallotta. Tante le richieste di verifiche a Palata, dove sono numerose le case lesionate, almeno un paio i crolli interni di muri divisori e solai. Oltre al Municipio, che ha problemi sin dalla scossa di magnitudo 4.6 del 14 agosto, è chiuso anche l'ufficio postale da tre giorni. "Pensiamo di trasferirlo in un camper mobile", dichiara il sindaco, Michele Berchicci. "Anche la sede del Comune ha problemi che dovranno essere visionati. Ci auguriamo di definire almeno a inizio settimana la situazione degli edifici pubblici".

Sul terremoto in Molise è intervenuta oggi la Commissione nazionale Grandi Rischi, che invita a "mantenere elevato il livello di attenzione, dando pieno corso alle attività di prevenzione previste dai piani locali di protezione civile". Secondo la Commissione, che si è riunita ieri pomeriggio, "non si può "escludere la possibilità di terremoti con magnitudo più elevata". Nel corso della riunione la Commissione ha sottolineato che "la sequenza mostra un rapido e progressivo aumento del tasso di sismicità a partire dal 11 agosto", segnalando, inoltre, che "il contesto tettonico non permette di escludere la possibilità di terremoti con magnitudo più elevata". Sulla base di queste informazioni, il Capo Dipartimento, Angelo Borrelli ha dato indicazioni alle autorità locali di protezione civile di mantenere elevato il livello di attenzione, dando pieno corso alle attività di prevenzione previste dai piani locali di protezione civile, compresa l'informazione della popolazione da parte degli organismi competenti, sensibilizzando i privati sull'importanza delle verifiche strutturali sugli edifici di proprietà. Il Capo Dipartimento, inoltre, ha invitato gli enti preposti a raccogliere e a valutare, quanto prima, i dati disponibili sulle verifiche sismiche già effettuate su edifici di interesse pubblico e infrastrutture e, laddove mancassero, a provvedere al più presto al loro completamento.


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.