Incidente ferroviario in Salento, “fu errore umano”

CRONACA  |  0 ()  -  venerdì 17 agosto 2018 - 10:28

L'inchiesta degli Ispettori del Ministero parla di azione sbagliata del macchinista

di Redazione Norbaonline
Incidente ferroviario in Salento, fu errore umano

L'inchiesta degli Ispettori del Ministero delle Infrastrutture ha accertato che fu un errore umano a causare, il 13 luglio 2017 nella stazione ferroviaria di Galugnano, in Salento, l'incidente in cui un convoglio ferroviario finì a 28 km all'ora contro un altro treno. L’impatto, secondo gli ispettori, fu provocato da un'azione sbagliata del macchinista che, sceso dal locomotore Aln 668 di Trenitalia, aveva azionato le 'funicelle’ per scaricare l'impianto frenante, finendo così per mettere in movimento il mezzo, scontratosi poi con l’altro treno.

Nell'incidente rimasero feriti lievemente una dozzina di passeggeri. L'inchiesta ha accertato anche che il macchinista non poteva condurre quel modello di automotrice, perché abilitato alla guida del modello simile utilizzato da 'Sud-Est', ma che differenzia proprio nel funzionamento dell'impianto frenante. Secondo l'inchiesta, Ferrovie Sud-Est prese a noleggio alcune automotrici da Trenitalia senza però formare i macchinisti: "in esito alle audizioni effettuate con il personale coinvolto nell'incidente”, scrivono gli ispettori, “emergerebbe che non erano regolarmente effettuate attività di controllo e vigilanza sull'operato del personale aziendale, né di aggiornamento professionale".

Dagli accertamenti della Procura di Lecce, che aveva già iscritto nel registro degli indagati gli allora vertici di Ferrovie Sud Est, è emerso come il rubinetto di comando del freno fosse stato lasciato in una posizione errata. Il conducente raccontò che, arrivato nella stazione di Galugnano, aveva notato una pressione troppo elevata nell'impianto frenante, e dunque era sceso dall'automotrice, e tirato, in maniera prolungata, la valvola di scarico, la cosiddetta 'funicella’, prima di risalire e di chiedere al capotreno di tirare l'altra funicella del carrello posteriore. Ricostruzione, secondo gli ispettori, "non congruente" perchè la sovrapressione "avrebbe già da sé determinato la sfrenatura del treno, con conseguente movimentazione dello stesso in direzione Lecce". Per ridurre la sovrapressione bastava girare il rubinetto su 'frenatura ordinaria’, mentre tirando le funicelle si ottiene "l'allentamento dei ceppi frenanti delle ruote di ciascun carrello, senza influenza alcuna sul valore della pressione dell'aria nella condotta generale".


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.