Bari, caso Fibronit

  |  BARI (BA)  -  giovedì 19 luglio 2018 - 07:30

Gli impegati del Palagiustizia non ritengono sicura la nuova sede

di Maria Liuzzi
Bari, caso Fibronit

Il caso Fibronit continua a tenere banco a Bari. Mentre il sindaco Decaro esulta per la conclusione delle operazioni di demolizione degli ultimi edifici della ex fabbrica della morte, spuntano le rivendicazioni degli impiegati del Palagiustizia di Bari. Per loro la nuova sede della procura, nel palazzo dell'ex inpdap in via oberdan, non sarebbe sicura, perchè troppo vicina alla ex fabbrica di eternit. Sull’ipotesi di trasferimento in via oberdan non e' ancora pervenuta dal ministero alcuna comunicazione ufficiale, ma i dipendenti hanno scritto una lettera al procuratore volpe, evidenziando la vicinanza dell'immobile all'ex fibronit. La fabbrica di cemento-amianto avra’ comunque presto a nuova vita: nelle prossime settimane l’intero sito sara’ sgomberato dagli edifici simbolo di morte e sofferenze, mentre proseguono i lavori di trasformazione delle polveri di amianto in calcestruzzo. Ad ottobre terminera’ la bonifica e sara’ pronto il progetto esecutivo del parco. Per realizzarlo occorrono dieci milioni di euro che ancora non ci sono: il comune spera di ottenerne la meta’ dalla regione per trasformare almeno una parte di questo luogo in un verde polmone di vita. 


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.