Presunto caso malasanità in Molise, dichiarata morte del 47enne

  |  LARINO (CB)  -  giovedì 19 luglio 2018 - 12:30

L'Azienda Sanitaria Regionale: è stato fatto tutto quello che c'era da fare: arrivati gli ispettori

di Redazione Norbaonline
Presunto caso malasanit in Molise, dichiarata morte del 47enne

E' stata dichiarata la morte del 47enne Michele Cesaride, di Larino, colto due giorni fa da aneurisma cerebrale e trasferito oltre due ore più tardi all'ospedale di San Giovanni Rotondo per una serie di circostanze: l'ambulanza impegnata in altro intervento e la Tac del San Timoteo di Termoli in manutenzione programmata. La famiglia ha autorizzato l'espianto degli organi che sarà effettuato entro questa notte.

Gli ispettori inviati dal ministro della Salute, Giulia Grillo, all'ospedale San Timoteo di Termoli per valutare l'accaduto, sono arrivati poco dopo le 11 gli ispettori e hanno fatto un incontro con il dg dell'Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem), Gennaro Sosto, il direttore sanitario, Antonio Lucchetti, il direttore amministrativo Antonio Forciniti e il direttore sanitario dell'ospedale San Timoteo, Filippo Vitale. Sulla vicenda, si apprende, è stata consegnata tutta la documentazione agli ispettori inviati da Roma. 

"Il non funzionamento della Tac non c'entra nulla con il decesso. Giunta la chiamata al 118, il paziente è stato trasportato al pronto soccorso dove è stato stabilizzato. Poco dopo è stato trasferito al centro neurochirurgico più vicino perché dall'evidenza presentava un'emorragia cerebrale e l'unica soluzione era provare il trattamento chirurgico", ha dichiarato Gennaro Sosto, che ha poi spiegato perché il paziente non sia stato trasportato all'Istituto neurologico 'Neuromed' di Pozzilli (Isernia). "Il trasferimento in urgenza viene sempre effettuato in un centro che abbia le urgenze. Su Pozzilli lavoriamo con il programmato, non c'è un centro per le emergenze. In Molise non c'è un centro di emergenza neurochirurgica perché in base agli atti di programmazione non abbiamo il bacino d'utenza per un centro emergenziale". Poi, sull'invio in Molise degli ispettori dal ministero della Salute: "Siamo fiduciosi", ha detto il dg della Asrem, "di avviare questo percorso con il ministero in modo tale da far comprendere che rispetto agli atti di programmazione abbiamo operato tutte le scelte corrette. La programmazione non dipende da noi. Se ci saranno altre soluzioni dal punto di vista programmatico, ci affretteremo a mettere in atto le eventuali
nuove indicazioni che ci verranno date". 

L'Azienda Sanitaria Regionale del Molise nella giornata di ieri ha condotto una verifica sull'operato del personale in servizio al San Timoteo per capire in dettaglio l'accaduto. "È stato fatto tutto quello che c'era da fare", sottolinea il direttore amministrativo Asrem, Antonio Forciniti.

L'invio degli ispettori del ministero della Salute e il clamore mediatico "serviranno a riorganizzare la sanità in Molise?", chiede intanto l'Ordine dei Medici di Isernia alle istituzioni competenti. "Lo abbiamo detto in tempi non sospetti”, si legge ancora nella nota dell'Ordine, “così non va. Non si possono chiudere i punti di primo intervento di Venafro e Larino senza mettere in campo valide alternative per far fronte alle urgenze". "Sarebbe opportuno”, prosegue le nota, “come chiesto a gran voce anche dai familiari del giovane, che la Procura della Repubblica di Larino verificasse l'operato di Renato Balduzzi il quale, con l'omonimo decreto, di fatto ha negato il diritto alla salute dei molisani, del commissario ad Acta Paolo di Laura Frattura che lo ha applicato pedissequamente e supinamente e del direttore generale dell'Asrem Gennaro Sosto. Chi decide le sorti della sanità molisana”, conclude la nota, “si faccia un esame di coscienza. E si impegni a restituire ai molisani una sanità degna di questo nome".


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.