Terremoto: controlli in tutto il Molise

  |  ACQUAVIVA COLLECROCE (CB)  -  mercoledì 25 aprile 2018 - 15:30

Il neo governatore Toma si è recato nei comuni dell'epicentro

di Antonio Procacci
Terremoto: controlli in tutto il Molise

Il neo presidente della Regione Molise, Donato Toma, si è recato a Guardialfiera, Palata e Acquaviva, paesi vicini all'epicentro della scossa di 4.2 che questa mattina ha fatto tremare la terra nel Basso Molise. Toma ha già parlato con tutti i sindaci mettendo a disposizione tutte le strutture della Regione per ogni evenienza. Al momento non si registrano danni nell'entroterra ma la paura, specie nella zona costiera, è stata molto forte.

"Per il momento tutto è a posto", ha dichiarato il primo cittadino di Guardialfiera Vincenzo Tozzi, "ci sentiamo tranquilli perché abbiamo fatto lavori di adeguamento alla scuola e alla chiesa del paese". "Stiamo comunque effettuando una ricognizione per il paese, soprattutto la parte vecchia. Tra poco arrivano i vigili del fuoco per controlli più approfonditi. Molte famiglie sono uscite in strada in preda al panico. Da un primo sopralluogo non ci sono danni". "Stiamo girando per il paese vecchio", ha proseguito il sindaco Tozzi, "al momento del sisma mi trovavo sul lago di Guardialfiera per un giornata all'aria aperta. L'ho avvertita nitidamente. Poi sono corso in paese". Un elicottero dei vigili del fuoco sta sorvolando in questo momento il grande bacino artificiale di Guardialfiera. L'invaso, prodotto dalla diga sul fiume Biferno, è uno dei più grandi del centro Italia, e serve a fornire acqua a tutto il basso Molise. L'invaso risale agli anni '60 e la sopraelevata che lo attraversa completamente per oltre otto chilometri è stata completata nel '68.

Controlli sono in corso anche ad Acquaviva Collecroce. Al momento non si segnalano danni, ma le verifiche continuano. Secondo
quanto si è appreso dalle forze dell'ordine presenti, l'effetto della scossa, che sulla direttrice di Acquaviva è partita da 31 chilometri di profondità, si è sentito più sulla costa che nella zona dell'epicentro. Ad Acquaviva la scossa si è distinta nettamente, ma sembra che ci sia stata più paura nei comuni costieri che nel paese dell'epicentro.

Da una prima ricognizione effettuata dai Vigili del Fuoco, anche a Termoli non risultano criticità o lesioni dovute alla scossa di terremoto, così come nei paesi interessati dalla scossa. Le scuole pubbliche elementari e medie Bernacchia, Principe di Piemonte ed il complesso scolastico Difesa Grande non presentano lesioni o cedimenti. I sopralluoghi comunque continuano.

In pochissimi hanno invece avvertito il sisma nel capoluogo, a Campobasso, dove non è arrivata alcuna richiesta di intervento al centralino dei Vigili del fuoco. Lo stesso a San Giuliano di Puglia, il piccolo comune che nel 2002 passò tristemente alle cronache perché il terremoto fece crollare il tetto sulla scuola Jovine, uccidendo 27 bambini e una maestra. "Anche da noi la terra ha tremato ma leggermente, e per pochi secondi. A me è stato riferito, ero in piazza coi miei concittadini e non mi sono accorto di niente", ha spiegato il sindaco Luigi Barbieri.

 

La terra ha nuovamente tremato alle 12.05 nella zona di Montecilfone (Campobasso). La magnitudo registrata è stata di 2.4.


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.