Sparatoria a Trani in pescheria, non fu tentato omicidio

CRONACA  |  TRANI (BT)  -  venerdì 19 gennaio 2018 - 18:17

Il Tribunale del riesame di Bari ha accolto la richiesta di arresti domiciliari per Stefano Zaccaro

di Giovanni Di Benedetto
Sparatoria a Trani in pescheria, non fu tentato omicidio

Il Tribunale del riesame di Bari ha accolto la richiesta di arresti domiciliari per Stefano Zaccaro, 38 anni, l’uomo che si era costituito ai carabinieri accusandosi del ferimento d Antonio Rizzi avvenuto la mattina del 23 dicembre scorso in una pescheria di via Superga a Trani. Il suo legale, l’avvocato Cataldo Torelli, ha fatto prevalere la tesi per cui esistono indizi di colpevolezza in ordine al reato di tentato omicidio. L’indagato si è sempre difeso dicendo di aver sparato senza intenzione l'intenzione di uccidere, ma solo spaventare. Rizzi, lo ricordiamo, rimase ferito ad un braccio ma non è mai stato in pericolo di vita.


Ultime 24 ore

Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.