Botti: una ventina di feriti in Puglia, 2 in Basilicata

  |  0 ()  -  lunedì 1 gennaio 2018 - 12:00

Gli episodi più gravi, con amputazione di arti, in Salento e nel foggiano

di Antonio Procacci
Botti: una ventina di feriti in Puglia, 2 in Basilicata

I botti hanno provocato diversi una ventina di feriti in Puglia e un paio in Basilicata.

L'episodio più grave nel foggiano, a San Severo, dove un uomo di 49 anni ha subito la parziale amputazione della mano destra, investita dall'esplosione di un grosso petardo: guarirà in 30 giorni. Altri due i feriti lievi nel Comune dell'Alto Tavoliere. A Foggia, un 20enne ha riportato bruciature a una mano, mentre una bimba di 5 anni ha subito ustioni intorno a un occhio per essersi avvicinata troppo alla fiamma di un fuoco d'artificio: per lei la prognosi è di cinque giorni.

Due gravi episodi anche in Salento. A Corigliano d'Otranto un ragazzo di 32 anni ha subito l'amputazione di un dito. A Botrugno un uomo di 40 anni è stato ricoverato in prognosi riservata al "Perrino" di Brindisi a causa dell'esplosione di un petardo che lo ha ferito al volto e agli arti in maniera grave: l'uomo rischia di perdere un occhio. Nella sua casa i carabinieri hanno rinvenuto 212 artifici esplosivi di genere "non classificato", 200 grammi di zolfo, 700 grammi di nitrato di potassio, tutte sostanze utilizzate per il confezionamento di botti. Inoltre, i militari hanno scoperto una scatola contenente 180 grammi di polvere pirica, un cartoccio vuoto per il confezionamento di fuochi artigianali di tipo professionale. Il materiale è stato sequestrato, mentre il 40enne sarà denunciato per fabbricazione o commercio abusivo di materiale esplodente e omessa denuncia di materiale esplodente.

A Racale un uomo ha subito una lesione ad un occhio ed è ora ricoverato nell'ospedale di Gallipoli. Altre due persone, uno a Tricase, l'altro a Taurisano, sono rimaste ferite in maniera lieve. Momenti di tensione si sono verificati nella zona 167 di Lecce, in via Siracusa, per la presenza in strada di una bomba carta rudimentale inesplosa. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con artificieri e agenti della polizia che hanno delimitato la zona provvedendo poi a disinnescare l'ordigno. Sempre in Salento due giovani, tra cui un 16enne, sono stati soccorsi e condotti in ospedale per intossicazione alcolica.

In provincia di Bari sono cinque i feriti in modo serio, due dei quali ricoverati con prognosi riservata. In particolare, un uomo di 54 anni di Palo del Colle è stato ricoverato all'ospedale "San Paolo di Bari": ha subito l'amputazione della quarta e della quinta falange della mano sinistra e ha ustioni e una lesione all'occhio. A Corato prima della mezzanotte una ragazza di 24 anni ha riportato un trauma alla mano destra per l’esplosione di un petardo. Un 40enne di Molfetta ha invece riportato traumi facciali e lesioni agli occhi, è stato ricoverato al Policlinico di Bari. Un 26enne di Ruvo ha subito ustioni su buona parte del corpo. Un altro ragazzo di 21 anni di Terlizzi è rimasto ferito alle mani e agli occhi.

Nella Bat gravi ferite serie per due ragazzini di 14 anni, di Canosa di Puglia e di Minervino Murge. Un mese di prognosi anche per un uomo di 35 di Sapri, della provincia di Salerno, medicato all'ospedale di Barletta.

A Taranto è stato portato in ospedale solo un bambino di due anni, che ha riportato leggere abrasioni da ustione a tre dita di una mano, ma è stato dimesso dopo un paio d'ore. Un anziano si è invece presentato al pronto soccorso sostenendo di essere caduto dalla bicicletta, alle 3 di notte, per essersi spaventato a causa dello scoppio di un petardo: l'uomo ha riportato solo qualche contusione a seguito della caduta.

E’ di due feriti, infine, il bilancio dei botti esplosi la notte di Capodanno in Basilicata. Si tratta di un uomo medicato all’ospedale “San Carlo” del capoluogo di regione per una lieve ustione agli occhi, provocata dall'accensione di alcuni fuochi pirotecnici e giudicata dai medici guaribile in sette giorni. A Matera, invece, un 51enne è stato curato all'ospedale “Madonna delle Grazie” per via di una ferita a una mano provocata dallo scoppio di un petardo. Ne avrà per dieci giorni.

 


Ora in onda

Seguici su Facebook

Telenorba 40
Guarda tutti i nostri programmi che hanno fatto storia, un tuffo nel passato da rivedere dalla prima all'ultima puntata.

Programmi tv
Tutti i nostri programmi tv ora in onda, da rivedere dove e quando vuoi, sempre disponibili e sempre con te.

Informazione
Resta sempre aggiornato con tutte le nostre rubriche di informazione, moda e tendenze.

Radionorba
Rivedi i nostri speciali, dalle interviste ai tuoi artisti preferiti a Battiti live, segui i nostri speciali di San Remo e molto altro ancora.