CRONACA   POTENZA (PZ)  -  venerdì 6 aprile 2018 - 14:29

Si faceva chiamare ''Donna Imma''. Istigò vendetta

Lei ai domiciliari, il marito in carcere per un tentato omicidio

di Redazione Norbaonline
Si faceva chiamare ''Donna Imma''. Istigò vendetta

Come nella finzione della serie tv "Gomorra": lei, Angela Di Noia, di 37 anni, nata a Venosa ma residente a Lavello, si faceva chiamare "Donna Imma" come la moglie del boss Pietro Savastano. Nella realtà ha istigato il marito, Michele Di Cosmo di 38 anni a vendicarsi di un uomo che i due ritenevano il responsabile dell'arresto deciso nei confronti dello stesso Di Cosmo per illecita detenzione di stupefacenti. Al termine delle indagini i militari hanno eseguito l'ordinanza del gip del capoluogo lucano: il marito, in carcere, e la moglie, agli arresti domiciliari, sono accusati in concorso per il tentativo di omicidio commesso il 9 aprile 2017.
In quell'occasione, a Lavello, Di Cosmo aggredì l'uomo con una spranga di ferro, infierendo anche quando era a terra e
procurandogli lesioni gravissime, tra cui il danneggiamento della milza che fu poi asportata.





Tag: tentato omicidio, carabinieri, gomorra

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv