ATTUALITÀ   TARANTO (TA)  -  giovedì 1 febbraio 2018 - 13:55

Ilva, Melucci attende convocazione e non esclude la via giudiziaria

Ancora alla ricerca di una tregua tra Governo ed enti locali sulla questione Ilva

Ilva, Melucci attende convocazione e non esclude la via giudiziaria

Non escludo una nuova richiesta di sospensiva al Tar. Se da una parte il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, auspica che sulla questione Ilva si possa ritrovare lo "spirito di leale collaborazione istituzionale" col governo dal quale attende di essere convocato insieme con la Regione Puglia, dall’altra parte non allenta la tensione e non esclude di continuare a percorrere la via giudiziaria. "Se questo contesto di collaborazione dovesse mancare", il sindaco di Taranto non esclude la "ripresentazione" della richiesta di sospensiva cautelare del decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) che contiene il Piano ambientale del siderurgico, e che era stato impugnato da Regione e Comune di Taranto. La richiesta di sospensiva era stata ritirata da Comune e Regione che nelle scorse settimane hanno inviato al governo una bozza di accordo di programma con le loro richieste di modifiche e integrazioni agli interventi per il risanamento ambientale dell'Ilva, e in particolare per la sua decarbonizzazione. Il governo, però, ha bocciato le proposte degli enti locali. "Se riusciamo a rimanere pratici, lasciamo stare le mancanze di rispetto che in questi gironi ci sono piovute da Roma, e ci chiamano - ha detto Melucci - c'e' sempre lo spazio e il modo di recuperare una leale collaborazione istituzionale, e di provare a condurre a termine questa trattativa". "Se chiaramente questo contesto manca - ha rilevato - noi siamo obbligati, di fronte a qualunque ostacolo, a provare a tutelare la nostra comunita'". "Quindi, non ultimo - ha concluso - anche la ripresentazione dell'istanza cautelare al Tar di Lecce".





Tag: rinaldo melucci, sindaco di taranto, ilva

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv