CRONACA   PARABITA (LE)  -  martedì 30 gennaio 2018 - 17:04

Un Mi piace su Facebook contro carabiniere, in 22 a giudizio

La reazione social ad uno stato del figlio del boss di Parabita li porterà in Tribunale

di Redazione Norbaonline
Un Mi piace su Facebook contro carabiniere, in 22 a giudizio

Ventidue persone andranno a giudizio con l'accusa di diffamazione, dopo avere messo un "Mi piace" agli insulti rivolti ad un carabiniere su 'facebook' da Marco Antonio Giannelli, figlio del boss di Parabita, l'ergastolano Luigi Giannelli. In un suo post sul social network, Giannelli aveva augurato la morte al militare, un brigadiere delle compagnia di Casarano che, durante un
controllo stradale risalente al 2013, dispose il sequestro del suo motorino perche' sprovvisto di assicurazione. Il post ottenne i "like" da parte di 22 titolari di profili 'Facebook' che, dopo la querela del carabiniere, sono stati tutti individuati dalla polizia postale e citati in giudizio dal sostituto procuratore di Lecce, Massimiliano Carducci. Del reato di diffamazione deve rispondere, ovviamente, anche l'autore del post.





Tag: diffamazione, tribunale, carabinieri

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv