CRONACA   SPECCHIA (LE)  -  sabato 13 gennaio 2018 - 08:52

Omicidio Noemi, Lucio capace di intendere e volere

Lucio è attualmente detenuto in Sardegna. Lo scorso 3 novembre una nuova lettera

di Stefania Congedo
Omicidio Noemi, Lucio capace di intendere e volere

Lucio Marzo, l'assassino di Noemi Durini, la sua fidanzata, era capace di intendere e volere al momento dell'omicidio. Sarebbe questo l'esito della perizia psichiatrica condotta sul giovane, ora 18enne, dai periti incaricati dalla Procura per i minorenni di Lecce, secondo i quali Lucio, detenuto in Sardegna , a Quartuccio, sarebbe in grado di sostenere un processo, quindi imputabile .La consulenza tecnica sarà depositata nei prossimi giorni assieme a quella dei periti di parte, che invece dovrebbe stabilire l'esatto contrario. L'udienza per l'ascolto é fissata per il prossimo 8 febbraio. Intanto dopo aver confessato il delitto, il giovane lo scorso 3 novembre in una lettera consegnata alla direzione del carcere , avrebbe negato di essere lui l'autore del delitto attribuendolo ad un uomo che Noemi conosceva col quale la sedicenne la sera del delitto si doveva incontrare .Una nuova verità a cui però gli investigatori non danno credito.





Tag: omicidio, lucio marzo, tribunale

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv