CRONACA   TRANI (BT)  -  venerdì 12 gennaio 2018 - 17:56

Omicidio Vassalli a Canosa, al via il processo

L'udienza è stata aggiornata al prossimo 9 febbraio

di Giovanni Di Benedetto
Omicidio Vassalli a Canosa, al via il processo

E’ iniziato questa mattina, ed è stato aggiornato al prossimo 9 febbraio, il processo in corte d’assise a Trani per l’omicidio di Sabino Vassalli, l’agricoltore di 56 anni ucciso il 31 ottobre del 2016 nelle campagne di Canosa di Puglia. Unico imputato, di omicidio volontario e porto abusivo d’arma, è Saverio Piscitelli, 68 anni, proprietario di un terreno confinante. I due, secondo le indagini, avrebbero più volte litigato in passato, anche per quanto riguarda la presenza di un pozzo irriguo, in comunione con altri agricoltori. Stando a quanto emerse ci sarebbe stata anche una gestione non sempre chiara dei fondi della Commissione agricola di cui Piscitelli, difeso dall’avvocato Giovanni Battista Pavone, era stato presidente per circa trent'anni. Una carica ereditata da Vassalli, che aveva scoperto una presunta distrazione di fondi, per circa 2mila euro, e che per questo e per alcuni presunti mancati pagamenti aveva trascinato Piscitelli in tribunale. Ad incastrare il presunto omicida furono alcune intercettazioni ambientali nell’auto. Ad un perito la corte ha affidato l’incarico di trascriverle. Vassalli, lo ricordiamo, fu freddato con due colpi di fucile calibro 12. In un primo momento si era pensato ad un incidente sul lavoro. Ad insospettire gli investigatori furono però i due fori che l’uomo presentava dietro la nuca e all’altezza dell’addome, oltre alle molteplici tracce di sangue. 





Tag: omicidio, processo, sabino vassalli

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv