CRONACA   BARI (BA)  -  martedì 2 gennaio 2018 - 13:17

Sparatorie Bitonto, Minniti: ''Inaccettabile, risposta Stato sarà molto dura''

Tra 90 giorni si avrà l'esito dell'autopsia eseguita sul corpo di Anna Rosa Tarantino

di Redazione Norbaonline
Sparatorie Bitonto, Minniti: ''Inaccettabile, risposta Stato sarà molto dura''

"Quello che è avvenuto a Bitonto è inaccettabile". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, al termine del Comitato per l'Ordine e la sicurezza convocato d'urgenza in Prefettura a Bari dopo le sparatorie di sabato 30 dicembre, in una delle quali è stata uccisa da una pallottola 'vagante' Anna Rosa Tarantino, di 84 anni. "E' inaccettabile”, ha detto il ministro, “che in Italia una persona perda la vita per essersi trovata al posto sbagliato nel momento sbagliato. Che poi non erano il posto sbagliato e il momento sbagliato e questo rende ancora più urgente una risposta dello Stato, che sarà molto dura. Non consentiremo nemmeno angoli franchi. I malavitosi si muovono dentro l'illegalità come pesci nell'acqua e noi dobbiamo prosciugare lo stagno dell'illegalità. Abbiamo deciso di agire su un triplice livello", ha spiegato Minniti. "Individuare e arrestare i componenti dei due
gruppi di fuoco; affrontare in maniera strutturata, con attività investigativa di medio periodo, il tema della criminalità
organizzata sul territorio; predisporre un piano straordinario di controllo del territorio. Le operazioni si protrarranno fino a
quando sarà necessario, come a Foggia o a Ostia, dove è ancora necessario. Quindi se qualcuno vuole aspettare che noi ci
fermiamo suggerisco di non puntare su questo perché lo Stato non si ferma. Sarà un'azione incessante per il ristabilimento di
principi importantissimi come quelli della libertà dentro la sicurezza che soni necessari in democrazia", ha concluso il ministro.

Alla riunione in Prefettura presieduta dal ministro Minniti hanno partecipato i funzionari del Ministero e i vertici nazionali e locali delle forze dell'ordine: il capo della Polizia, Franco Gabrielli, il comandante generale dei Carabinieri, generale Tullio Del Sette, e il comandante interregionale dell'Italia meridionale della Guardia di finanza, generale Carlo Ricozzi. Accanto al ministro c'è il prefetto di Bari, Marilisa Magno. All'incontro erano presenti anche i magistrati baresi Giuseppe Volpe, capo della Procura, Francesco Giannella, coordinatore della Direzione distrettuale antimafia e Giannicola Sinisi, sostituto pg della Corte d'Appello. Hanno partecipato anche i sindaci di Bari e Bitonto, Antonio Decaro e Michele Abbaticchio.

Oggi a Bitonto l'Amministrazione comunale che aveva già sospese tutte le manifestazioni pubbliche programmate per il Capodanno, ha proclamato il lutto cittadino , mentre nelle sedi comunali saranno esposte le bandiere a mezz'asta, mentre stasera in piazza Moro è in programma la manifestazione contro il dilagare della violenza criminale con la partecipazione dei sindaci dei comuni della Citta' Metropolitana di Bari.

Stando alle indagini di carabinieri e polizia, coordinate dal pm della Dda di Bari Ettore Cardinali e dal collega della Procura ordinaria Marco D'Agostino, a Bitonto sarebbe in atto una guerra fra clan rivali per la gestione dello spaccio di droga. L'agguato nel quale e' stata uccisa l'anziana, avvenuto nel centro storico, potrebbe essere stato una risposta ad una precedente sparatoria avvenuta all'alba della stessa mattina dinanzi alla casa di un boss alla periferia della città.

Tra 90 giorni il medico legale Francesco Introna, direttore del Dipartimento di medicina legale del Policlinico di Bari, consegnerà l'esito dell'autopsia eseguita sul corpo di Anna Rosa Tarantino. I risultati dell'esame autoptico dovrebbero confermare o smentire l'ipotesi che il presunto destinatario delle pallottole possa essersi fatto scudo dell'anziana.





Tag: Bitonto, omicidio, Anna Rosa Tarantino

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv