SPORT   TARANTO (TA)  -  sabato 29 luglio 2017 - 13:01

Calcio: Taranto a 1 euro, prima offerta di ex presidente

Blasi chiede un accordo col Comune per la gestione dello stadio

Calcio: Taranto a 1 euro, prima offerta di ex presidente

La proposta di acquisire il Taranto calcio, il 90% delle azioni al prezzo di un euro, raccoglie la disponibilità di Luigi Blasi, imprenditore di Manduria, già presidente del Taranto quando la squadra militava in serie C. Blasi ha infatti scritto ad Antonio Bongiovanni ed Elisabetta Zelatore, attualmente al vertice della società calcistica, i quali nei giorni scorsi hanno annunciato la loro intenzione di mettere in vendita il 90% delle quote al prezzo di un euro, a patto però che il subentrante si accolli una serie di garanzie economiche su altri fronti. Motivo del disimpegno di Bongiovanni e Zelatore, il clima, ritenuto ostile alla società, di alcuni settori della tifoseria. Bongiovanni e Zelatore hanno dato tempo sino al 3 agosto ai potenziali acquirenti per farsi avanti e formalizzare la loro candidatura al subentro societario.

Blasi ora scrive al Taranto calcio e "manifesta il proprio interesse ad acquisire la totalità delle quote di capitale della società di cui trattasi, da voi possedute, al costo di un euro. Rimarranno a carico dei soggetti cedenti", specifica Blasi, "tutti i debiti, di qualsiasi genere e natura, che risulteranno maturati e gravanti sulla Taranto F.C. 1927 alla data del 30 giugno 2017, senza alcun necessario vincolo in riferimento agli impegni tecnici, contrattuali ed economici già assunti dalla predetta società per la corrente stagione sportiva".

"Come più volte manifestato dal sottoscritto", prosegue ancora l'ex presidente del Taranto, "è stato individuato un percorso che possa restituire ai colori rossoblu la categoria più consona, e non solo, nonchè un progetto industriale che vede coinvolti la prima squadra ed il settore giovanile e che prevede anche la riqualificazione dello stadio E. Iacovone e di alcune aree limitrofe: campi di allenamento, foresteria, servizi e strutture ad uso quotidiano dei tifosi e della comunità. A tal proposito", evidenzia ancora Blasi, "si precisa che rappresenta condizione imprescindibile la circostanza per la quale si dovrà addivenire ad un accordo, con l'amministrazione comunale, per la concessione a titolo gratuito dell'impianto di cui trattasi alla Taranto F.C. 1927, per la durata di 99 anni, con il rilascio di tutti i permessi necessari per apportare varianti alla struttura sportiva con oneri che possono in parte essere posti anche a carico della societa' sportiva concessionaria".

Rivolgendosi agli attuali amministratori del sodalizio calcistico, Blasi dice: "Professionisti di fiducia contatteranno privatamente voi o contatteranno professionisti di vostra indicazione e fiducia per una preventiva analisi della contabilità del Taranto F.C. 1927 nonchè, per le opportune competenze, il sindaco della città di Taranto. Resta inteso che se, come sembrerebbe trasparire dal comunicato da voi diramato in data 28 luglio 2017 e pubblicato sul sito ufficiale della società, dovreste aver ritrovato un rinnovato entusiasmo per la prosecuzione al timone della medesima società, la presente", conclude Blasi, "costituisce un sentito in bocca al lupo per la vostra gestione nell'interesse delle migliori sorti della nostra amata squadra di calcio".

Quando Luigi Blasi ha presieduto il Taranto calcio, la squadra pugliese militava nel campionato di serie C che sarebbe la ex Lega Pro. Ora invece il Taranto, la cui denominazione societaria esatta è Taranto Football Club 1927, è in serie D dopo aver vissuto, negli anni passati, molte ed importanti stagioni in serie B.







Tag: calcio, blasi, taranto fc 1927

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv