ATTUALITÀ   -  martedì 10 gennaio 2017 - 16:36

Freccisarossa Mi-Le, per Trenitalia solo una questione di mercato

Interrogazione al ministro Delrio dei parlamentari salentini

di Redazione Norbaonline
Freccisarossa Mi-Le, per Trenitalia solo una questione di mercato

"La sospensione della sperimentazione del Frecciarossa Milano-Lecce a partire dal prossimo 15 gennaio era già prevista dal 12 giugno 2016, data di avvio del servizio. Successivamente Trenitalia valuterà se ripristinare il collegamento che è a ''mercato'', cioè non usufruisce di finanziamenti pubblici, né dello Stato né della Regione, ma deve avere una sua sostenibilità economica, che attualmente non c'è". E' quanto afferma Trenitalia dopo l'interrogazione sull'interruzione del Frecciarossa Milano-Lecce presentata al ministro dei Trasporti, Graziano Del Rio, dai parlamentari salentini Rocco Palese e Roberto Marti dei Cor e Salvatore Capone e Federico Massa del Pd.

Dal prossimo 15 gennaio, quindi, il Frecciarossa proveniente da Milano terminerà la sua corsa a Bari e da qui ripartirà per il capoluogo lombardo. Attualmente i collegamenti giornalieri Milano-Lecce e viceversa sono garantiti da quattro coppie di treni Frecciabianca e da altre due coppie di Intercity notte.

"Se da Lecce pochi prendono il Frecciarossa, le Ferrovie perdono troppi soldi. Li paghiamo noi pugliesi?", ha scritto su twitter il
presidente della Regione, Michele Emiliano, rispondendo a un cittadino che paragonava il Salento alla Cenerentola della
Puglia. "Avevo più volte pregato tutte le istituzioni salentine di raccomandare l'uso del Frecciarossa", aggiunge il governatore, cosciente del fatto che fin dall'istituzione della corsa, Trenitalia aveva annunciato che il servizio sarebbe stato mantenuto se l'utenza fosse stata tale da pagare i costi di gestione.

I parlamentari salentini, però, non ci stanno. "Il ministro dei Trasporti", si legge nell'interrogazione firmata da Palese, Marti, Capone e Massa, "finora sempre attento e leale nei confronti delle esigenze di mobilità dei cittadini del Mezzogiorno, convochi subito i vertici di Trenitalia e li faccia desistere dalla improvvisa, ingiustificata ed ingiusta decisione di eliminare il collegamento Frecciarossa Milano-Lecce, peraltro istituito nell'orario estivo a giugno scorso in seguito ad una mobilitazione senza precedenti della popolazione, dell'opinione pubblica, delle Istituzioni salentine e confermato appena 15 giorni fa dalla stessa Trenitalia nell'orario invernale. In caso contrario verrebbe violato il diritto alla mobilità di circa due milioni di cittadini salentini e pugliesi che, invece, è costituzionalmente garantito". "Non abbiamo fatto in tempo ad esultare per la conferma nell'orario invernale", aggiungono, "che Trenitalia ha inspiegabilmente fatto dietrofront, dopo aver peraltro confermato nei giorni scorsi che quel collegamento quest'estate è stato quasi sempre "tutto esaurito". Escluse pertanto possibili ragioni di mercato, ci si chiede cosa c'è dietro questo assurdo scippo al Salento e alla Puglia". "E' opportuno", concludono, "che il Governo chiarisca se è d'accordo con
Trenitalia e, in caso contrario, se non ritiene di dover immediatamente chiedere all'azienda di recedere da questa decisione".





Tag: trenitalia, frecciarossa, delrio

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv

Telenorba Marco Montrone - Telenorba Marco Montrone- Telenorba Marco Montrone