POLITICA   TARANTO (TA)  -  lunedì 9 gennaio 2017 - 18:14

Ilva, Ministro dell'Ambiente consegna pareri su offerte

Gian Luca Galletti: "Entriamo nella fase decisiva per cessione"

di Redazione Norbaonline
Ilva, Ministro dell'Ambiente consegna pareri su offerte

Il Ministero dell'Ambiente ha consegnato nel pomeriggio ai commissari straordinari di Ilva il parere emanato dal ministro Gian Luca Galletti, nel quale sono state recepite le indicazioni del Comitato dei tre esperti sui piani ambientali delle cordate interessate al gruppo metallurgico. Queste ora, conformandosi al parere, potranno presentare le offerte vincolanti definitive, che porteranno alla successiva aggiudicazione da parte del Ministro dello Sviluppo economico.
Il ministro Galletti specifica che "Con questo passaggio si entra nella fase decisiva della cessione dei complessi aziendali, con la certezza che la tutela ambientale sia parte essenziale e strategica del futuro dell'Ilva e di Taranto. Fin dal primo giorno lavoriamo a un'Ilva compatibile con l'ambiente e competitiva sul mercato, nella cornice di una rinascita cittadina che stiamo portando avanti con il sostegno al tessuto sociale, ai settori produttivi, con le bonifiche nell'area vasta".
Il parere è stato consegnato dal direttore generale del ministero dell'Ambiente, Giuseppe Lo Presti, responsabile delle procedure di Via (Valutazione impatto ambientale), ai commissari dell'Ilva, Gnudi, Laghi e Carrubba. Nel parere sono recepite le valutazioni degli esperti ambientali sui piani presentati lo scorso fine giugno dalle due cordate in gara per l'acquisizione dell'Ilva: Arcelor Mittal con Marcegaglia e Arvedi con Cassa Depositi e Prestiti, Delfin di Leonardo Del Vecchio (Luxottica) e Jindal, azienda siderurgica indiana.
Da fonti vicine al dossier si è appreso che le due offerte vengono giudicate ottime. Col decreto di Galletti alle due cordate vengono ora avanzate delle richieste di modifica e di miglioramento su alcuni punti dei progetti presentati perchè la continuità della produzione dell'Ilva sia pienamente negli standard ambientali.
Al momento l'interesse preminente non è sulla modalità di produzione o sulla tecnologia che i futuri gestori dell'Ilva sceglieranno, ma sull'assoluto rispetto degli standard ambientali, in coerenza, anche, si osserva, con le varie leggi approvate dal Parlamento. Formalizzato il decreto del ministero alle cordate, queste avranno 15 giorni di tempo per adeguarsi alle modifiche chieste e per avanzare l'offerta economica vincolante. La cessione dell'Ilva, nel senso di scelta del soggetto acquirente, dovrebbe aversi a fine febbraio, massimo meta' marzo, mentre il completamento del trasferimento degli asset avverrà entro giugno prossimo. L'anno scorso l'Ilva ha chiuso il bilancio produttivo in rialzo attestandosi su 6 milioni di tonnellate rispetto ai 4,7 del 2015. Fonti vicine alla gestione commissariale vedono positivamente anche i prossimi mesi, almeno sino a giugno, data dopo la quale per il momento non c'è ancora visibilità di mercato.






Tag: ilva, ambiente, ministero

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv