CRONACA   CANOSA DI PUGLIA (BT)  -  venerdì 30 dicembre 2016 - 13:08

Canosa di Puglia: rapinata e uccisa, arrestato un giovane

L’arresto si aggiunge al fermo delle due persone effettuato nelle ultime ore

di Giovanni Di Benedetto
Canosa di Puglia: rapinata e uccisa, arrestato un giovane

Un ragazzo di 21 è finito in manette questa mattina nell’ambito dell’inchiesta sulla rapina in un appartamento del centro di Canosa di Puglia che lo scorso 17 novembre provocò la morte, per un arresto cardiaco, di Maria Melziade, una donna di 75 anni proprietaria di una gioielleria al centro della città. L’arresto di oggi si aggiunge al fermo delle due persone effettuato nelle ultime ore, Lorenzo Campanella e Francesco Scardi di 54 e 45 anni, incastrati dalle immagini di diverse telecamere di sorveglianza della zona. I tre, di cui non è ancora chiaro il ruolo che avrebbero avuto, sono accusati di omicidio preterintenzionale e rapina pluriaggravata. Del gruppo farebbe parte un’altra persona su cui si indirizzano i sospetti degli investigatori. Nelle prossime ore sono stati fissati gli interrogatori di garanzia e la convalida del fermo. La vittima, lo ricordiamo, aveva aperto la porta di casa pensando si trattasse del marito che era andato in garage a lasciare l’auto, entrambi di ritorno da un viaggio a Milano. Due persone l’avrebbero stordita e imbavagliata per costringerla a consegnare loro le chiavi di un caveau. 





Tag: canosa di puglia, omicidio melziade, arresto

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv