CRONACA   BARI (BA)  -  venerdì 30 dicembre 2016 - 08:19

Omicidio Midio, tre condanne: non fu mafia

Condannati a 14 anni il presunto mandante e i due presunti autori materiali

di Maurizio Marangelli
Omicidio Midio, tre condanne: non fu mafia

Una vendetta personale e non un delitto di mafia. Questa la sentenza del Gup del Tribunale di Bari per l'omicidio del 21enne Cristian Midio, ucciso a Bari, in via Giulio Petroni, il 3 novembre del 2015. Per questo delitto sono stati condannati a 14 anni di reclusione il presunto mandante, il pregiudicato Giuseppe Simeone, e i due presunti autori materiali, Danilo Siciliani e Nicola Angiola. Anche se l'uccisione rientra nella guerra fra i clan della mala per il controllo di droga ed estorsioni nel quartiere Carrassi, fu pianificata dopo l'affronto alla moglie incinta di Simeone, colpita con un calcio alla pancia da una donna vicina al gruppo criminale rivale.





Tag: omicidio, cristian midio, giuseppe simeone

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv