REGIONE   BARI (BA)  -  venerdì 18 dicembre 2015 - 15:36

Legambiente, la Puglia è ancora poco ''Riciclona''

Rutigliano comune più virtuoso in Puglia, Foggia è ultima

Legambiente, la Puglia è ancora poco ''Riciclona''

"In Puglia siamo ancora lontani da una gestione sostenibile dei rifiuti”. Non si mostra ottimista,Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia dopo la pubblicazione dei dati sulla raccolta differenziata in Puglia.

Sono 38 i comuni che Legambiente giudica virtuosi: di questi20 salgono sul podio più alto deicosiddetti “Ricicloni”. Venti invece sono le città che si aggiudicano il meno lusinghiero soprannome de “gli indifferenti”, visto che vanno ancora poco in tema di raccolta differenziata e raggiungono una percentuale inferiore al 10%. Questo, in estrema sintesi, quanto emerge dall’VIIIedizione di Comuni Ricicloni Puglia 2015, il rapporto regionale di Legambiente che fotografa lo stato della raccolta differenziata.

Questi i principali dati forniti questa mattina durante la presentazione del Rapporto Comuni Ricicloni Puglia 2015a cui hanno partecipato anche Domenico Santorsola, assessore alla Qualità dell’Ambiente Regione Puglia, Luigi Perrone, presidente ANCI Puglia; Nicola Giorgino, presidente OGA Bat; Fabio Costarella, responsabile Progetti Territoriali Speciali CONAI; e Stefano Ciafani, direttore generale Legambiente Nazionale

Secondo i dati di Legambiente, resta il trend negativo dei capoluoghi di provincia con le sole eccezioni di Andria e Barletta. Foggia rimane fanalino di coda con un misero 7% di differenziata.

Se da una parte aumentano i comuni virtuosi, d’altra parte in puglia la media percentuale di raccolta differenziata rimane bassa e si attesta intorno al 32,5% mentre il 75% dei rifiuti finisce in discarica. Dai dati Ispra emerge che la Puglia riceve nei suoi impianti oltre 420 mila tonnellate di rifiuti provenienti da altre Regioni

“Non ci basta più - aggiunge Tarantini - solo premiare i Comuni ricicloni. Occorre chiudere una volta per tutte il ciclo dei rifiuti ponendo le condizioni per rendere gli sforzi profusi anche proficui per le comunità che li hanno conseguiti. I Comuni ricicloni non devono essere più solo eccezioni, amministrazioni eroiche ma l’ordinarietà della nostra regione».

 

ECCO QUALI SONO I COMUNI "RICLONI"

Nell’ottava edizione di Comuni Ricicloni Puglia 2015 sono 20 i Comuni che ricevono il riconoscimento di Legambiente per aver avviato un modello di gestione dei rifiuti orientato al recupero, con oltre il 65% di raccolta differenziata imposto dalla legge nazionale e raggiunto nel 2014. Anche quest’anno svetta al primo posto della classifica generale il Comune barese di Rutigliano. Nel 2014 il Comune con 18.467 abitanti ha raggiunto una percentuale media di differenziata del 77,6%. Seguono poi il Comune di Motta Montecorvino con il 74,7%, Monteparano (71,8%), Troia (70,8%), Casalvecchio di Puglia (70,3%), Cellamare (70,2%), Fasano (70,2%), Crispiano (69,9%), Chieuti (69,6%), Canosa di Puglia (68,8%), Latiano (68,2%), Sava (68,1%), Laterza (66,9%), San Vito dei Normanni (66,8%), Erchie (66,5%), San Michele Salentino (66,4%), Andria (66,2%), San Pancrazio Salentino (66%), Torre Santa Susanna (65,1%), Casalnuovo Monterotaro (65%).

 

 PREMIO DI SECONDA CATEGORIA

Sono invece 8 i Comuni pugliesi a cui va il Premio di Seconda Categoria, per aver raggiunto nei primi nove mesi del 2015 un media percentuale pari o superiore al 65%. Ricevono il riconoscimento Roseto Valfortore (87%), Faggiano (76,2%), Barletta (72,4%), San Giorgio Ionico (70,1%), Poggio Imperiale (69,5%), San Marco la Catola (67,9%), Cassano delle Murge (65,4%), Adelfia (65%).

 

MENZIONE SPECIALE "TENIAMOLI D'OCCHIO"

10 Comuni invece ricevono la Menzione Speciale Teniamoli d’Occhio per aver raggiunto nei primi nove mesi del 2015 una media percentuale di raccolta differenziata pari o superiore al 60% di RD. Ricevono la Menzione: Serracapriola (63,5%), Massafra (62,5%), San Ferdinando di Puglia (62,4%), Monteiasi (61,7%), Leverano (60,9%), Monteleone di Puglia (60,7%), Apricena (60,4%), Anzano di Puglia (60,2%), Roccaforzata (60%) e Polignano a Mare (60%).

 

GLI "INDIFFERENTI"

Nell’edizione 2015 di Comuni Ricicloni Puglia sono ben 32 i Comuni pugliesi che rientrano nella categoria de “Gli indifferenti” ovvero le amministrazioni che nei primi nove mesi del 2015 non raggiungono nemmeno il 10% di RD o non hanno effettuato alcuna registrazione sul portale Rifiuti e Bonifica della Regione Puglia. Rientrano in questa categoria: Alberona, Avetrana, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Faeto, Isole Tremiti, Lecce, Minervino Murge, Poggiardo, Poggiorsini, Presicce, Rignano Garganico, San Cassiano, Sant’Agata di Puglia, Scorrano, Vernole, Volturino, Zapponeta, Peschici, Volturara Appula, Rodi Garganico, Carpino, Gallipoli, Deliceto, Noicattaro, Stornara, Gravina in Puglia, Castelluccio dei Sauri, Martina Franca, Cerignola, Foggia, Palagianello





Tag: legambiente, raccolta differenziata, comuni ricicloni

live tv e radio

I canali del Gruppo Norba in diretta

  • tn8
  • radionorba
  • radionorbatv